Nuovo apputamento con il compostaggio sabato

Pubblicità
Condividi con
Tempo di lettura:1 Minuti, 45 Secondi

“Il Compostaggio vale…un futuro più sostenibile per i nostri
ragazzi”, è lo slogan della campagna di comunicazione promossa da AMV Valenza e Comune di
Valenza.
L’iniziativa avrà un nuovo appuntamento con un corso sul compostaggio che si terrà sabato 25
maggio alle 10,00 presso la sede di AMV in strada vecchia Pontecurone 1. Durante l’incontro i
cittadini potranno anche aderire all’iniziativa compilando l’istanza per la riduzione fiscale e
richiedere in comodato d’uso gratuito una compostiera. Inoltre, nelle prossime settimane, verranno
effettuati dei controlli presso le famiglie iscritte all’albo, durante i quali i valenzani potranno
chiedere informazioni e chiarire i dubbi per ottenere un compost di qualità. La campagna sarà
accompagnata anche da una serie di locandine affisse nelle vie di maggior passaggio sul territorio
comunale, con la medesima linea grafica che accompagnerà anche le future iniziative che
riguarderanno i nuovi servizi di raccolta e le novità sulle raccolte differenziate.
L’obiettivo della campagna è sensibilizzare i cittadini residenti a Valenza su quella che è la pratica
più ecosostenibile che ci sia, ovvero il compostaggio domestico, che rende l’organico-uno dei rifiuti
più complessi da smaltire- una risorsa utile per le nostre piante o il nostro giardino e allo stesso
tempo ridurre i quantitativi di rifiuti da conferire agli impianti di trattamento, sottraendo i rifiuti a
matrice organica, costituiti da scarti di cucina e da scarti vegetali, dal circuito di gestione,
generando benefici ambientali ed economici. L’iniziativa nasce dal decreto-legge (D. Lgs
116/2020) che recepisce le direttive UE sull’economia circolare, con il quale viene stabilito
l’obbligo di differenziare e riciclare i rifiuti organici alla fonte, anche mediante attività di
compostaggio sul luogo di produzione, oppure di raccoglierli in modo differenziato, senza miscelarli
con altri tipi di rifiuti. Infatti, circa il 30% dei rifiuti che produciamo è costituito da materiale organico,
ovvero avanzi di pranzi e cene (bucce, verdure, gusci, pasta, ecc.) e residui del lavoro di orto e
giardino (erba, foglie, radici, rametti, ecc.), che attualmente finiscono nella pattumiera di casa e,
successivamente, in discarica, con notevoli problemi ambientali ed elevati costi di smaltimento. Il
compostaggio è quindi una delle risposte più immediate per ovviare a questo problema.

Pubblicità
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Condividi con

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri Whatsapp
1
Chat con IlGiornalediValenza
Benvenuto. Inizia la chat con IlGiornalediValenza