Gli appuntamenti valenzani per il Giorno della Memoria

Pubblicità
Condividi con
Tempo di lettura:1 Minuti, 35 Secondi

In occasione del Giorno della Memoria il Comune di Valenza organizza due appuntamenti
di riflessione e di approfondimento per non dimenticare la tragedia della Shoah e della
Seconda Guerra Mondiale.
Il primo incontro, dedicato agli allievi delle scuole superiori, è fissato per giovedì 25
gennaio alle ore 10.45 presso l’Aula Magna dell’IIS “Benvenuto Cellini”. Lo storico Carlo
Greppi incontrerà gli studenti e presenterà il suo libro Un uomo di poche parole. Storia
di Lorenzo che salvò Primo (Laterza 2023). In Se questo è un uomo Primo Levi ha
scritto: «credo che proprio a Lorenzo debbo di essere vivo oggi». Lorenzo è Lorenzo
Perrone, un muratore piemontese che viveva fuori dal reticolato di Auschwitz III-Monowitz.
Un uomo povero che tutti i giorni, per sei mesi, portò a Levi una gavetta di zuppa che lo
aiutò a compensare la malnutrizione del Lager. E non si limitò ad assisterlo nei suoi
bisogni più concreti: andò ben oltre, rischiando la vita anche per permettergli di
comunicare con la famiglia. La loro fu un’amicizia straordinaria che, nata all’inferno,
sopravvisse alla guerra e proseguì in Italia fino alla morte struggente di Lorenzo nel 1952,
piegato dall’alcol e dalla tubercolosi. Lorenzo Perrone fu insignito nel 1998 del titolo di
“Giusto tra le Nazioni” conferito dallo Yad Vashem ai non ebrei che durante la Shoah,
disinteressatamente e a loro rischio e pericolo, salvarono la vita agli ebrei.

Pubblicità


Il secondo appuntamento, aperto a tutta la cittadinanza, è previsto per sabato 27 gennaio
alle ore 10.30 presso il foyer del Teatro Sociale. La compagnia teatrale “Notte Magica”
interpreterà il recital Eravamo qui, a cura di Gianluca Pivetti e Barbara Ferrando.
Letture, canzoni, poesie e testimonianze saranno al centro della riflessione per non
dimenticare. Lo spettacolo intreccerà alla storia e alla memoria collettiva le storie e le
vicende locali di uomini e donne che hanno vissuto in prima persona il dramma della
deportazione, dell’Olocausto e della guerra.
Lo spettacolo sarà a ingresso libero.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Condividi con

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri Whatsapp
1
Chat con IlGiornalediValenza
Benvenuto. Inizia la chat con IlGiornalediValenza