Pallavolo A3 maschile, bella vittoria della Negrini Cte tra le mura amiche del Palasport di Valenza

Visite: 147
0 0
Pubblicità
Condividi con
Tempo di lettura:2 Minuti, 51 Secondi

SERIE A3, GIRONE BIANCO, GIORNATA 5
NEGRINI CTE – STADIUM MIRANDOLA 3-0 (25/19, 28/26, 25/23)
La Negrini CTE trova il successo anche davanti al proprio pubblico. E
che successo! Dopo la battuta di arresto di domenica scorsa nella prima
casalinga, la squadra dal punto di vista dell’atteggiamento continua ad
essere quella che a Pavia ha annullato Garlasco, imponendosi in tutti e
tre i parziali, in una gara tutt’altro che semplice, contro uno Stadium
Mirandola, prima del match a pari punti in classifica, che non molla
mai.
Le due compagni partono dandosi battaglia colpo su colpo. La situazione
rimane in equilibrio sino ai 10 pari quando Graziani porta la Negrini
CTE due lunghezze avanti, ma la formazione modenese con Bombardi, prima
con un colpo e poi con un ace, intervallati da un muro di Nasari e da un
errore termale, ribaltano tutto. Rossatti tiene avanti Mirandola, ma per
poco: ci pensano ancora Cester, un muro di Baratti e un attacco di
Martino a cambiare nuovamente le carte in tavola. Doppio botta e
risposta, poi Cester, Martino in ace e Graziani con un mani out portano
i locali a +3. Sul finale, un doppio colpo dell’opposto acquese chiude
il parziale.
La seconda frazione non parte bene per i termali che vengono subito
messi in difficoltà da due attacchi di Rustichelli e un ace di Nasari.
Dopo il servizio sbagliato, Martino piazza il 2-3 ma Albergati tiene
avanti Mirandola e aumenta le distanze. Coach Rizzo prova a correre ai
ripari, inserendo Bettucchi e Perassolo che, dopo i due colpi piazzati
appena entrato sul 8/14, mette a segno alcuni colpi che portano Acqui
Terme ad avvicinarsi a sfiorare il pareggio sul 17/18. Botta e risposta,
poi arriva il ribaltone acquese: Martino accorcia, Mirandola sbaglia,
due piazzamenti di Cester ed un ace di Martino mettono la Negrini CTE
tre passi avanti. Gli ospiti non mollano e colmano il gap. Il finale è
al cardiopalma, dal 23-23, colpo su colpo fino ai vantaggi inoltrati:
doppio videocheck per gli ultimi due punti di Baratti e Martino, ma in
entrambi i casi ad aver ragione sono i termali che chiudono 28/26.
Il terzo set vede i termali provare ad imporsi sin da subito, ma i
modenesi riescono a ricucire lo strappo, prima sul 3/1 e poi sul sul
4/7, con Rustichelli e Nasari che, complici anche tre errori acquesi,
non solo sorpassano ma vanno al comando (7/9). Cester e Graziani
ricuciono lo strappo. La contesa si fa agguerrita con una guerra colpo
su colpo, che mantiene il risultato sul filo sino al 17 pari, quando due
errori modenesi mettono Acqui Terme al comando, Bombardi accorcia ma
Graziani aumenta le distanze. I modenesi tentano sino all’ultimo di
mantenere l’inseguimento, annullando due set-ball sul 24/21, ma Nasari
sbaglia la battuta finale e la Negrini CTE chiude i conti. Matteo
Martino, a referto miglior marcatore con 16 punti, commenta: “Sono
contento sia per me stesso perché ho recuperato dall’infortunio e riesco
a concludere le partite stando bene, ma soprattutto per la squadra
perché nelle ultime due partite abbiamo dimostrato di essere un gruppo
coeso e di giocare come sappiamo fare, a differenza della gara con
Cagliari dove non siamo entrati in campo. Abbiamo dimostrando di
meritare questa categoria”.
NEGRINI CTE: Baratti 3, Martino 16, Morchio, Cester 14, Graziani 10,
Esposito 7, Martina (L), Perassolo 8, Bettucchi, Russo (L). N.e:
Corrozzatto, Stamegna, Garra, Russello. All. Rizzo
STADIUM MIRANDOLA: Nasari 9, Rustichelli 6, Albergati 13, Rossatti 10,
Bombardi 9, Quartarone 1, Rustichelli (L), Bevilacqua. N.e: Capua,
Scita, Gozzi, Canossa, Schincaglia. All. Mescoli

Pubblicità
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Condividi con

Ti potrebbero interessare

Articoli dello stesso autore

+ There are no comments

Add yours