Castelletto Monferrato, partita la grande mobilitazione contro il Deposito nucleare

Pubblicità
Condividi con
Tempo di lettura:1 Minuti, 31 Secondi

A seguito dell’incontro tenutosi a Spinetta Marengo lo scorso 17 gennaio che ha visto la
partecipazione dei Sindaci della Provincia di Alessandria e delle associazioni di categoria,
mercoledì 31 gennaio presso il Municipio di Castelletto Monferrato si è svolta la riunione
operativa per definire i prossimi appuntamenti per dire NO all’installazione del Deposito
Nazionale per i rifiuti radioattivi in Piemonte. Oltre al Sindaco di Castelletto Monferrato Gianluca
Colletti, promotore della riunione, hanno partecipato i Sindaci dei Comuni di Alessandria, Bosco
Marengo, Castelnuovo Bormida, Frugarolo, Fubine Monferrato, Oviglio, Quargnento e Sezzadio.
Presenti anche il Presidente della Provincia Enrico Bussalino ed il Presidente dell’Associazione dei
Comuni del Monferrato Fabio Olivero, oltre ai Comitati “Gente del Territorio”, “Bosco Libero dal
Nucleare”, “No Deposito Nucleare Castelletto Monferrato”, “No Deposito Nucleare Quargnento” e
“Laboratorio Sociale” di Alessandria.
Dopo un’attenta disamina degli ultimi aggiornamenti legislativi in materia di deposito nazionale, si
è deciso di intraprendere una serie di iniziative pubbliche per rinnovare con tutta la cittadinanza
della provincia di Alessandria il tema della discarica dei rifiuti radioattivi, per poi arrivare ad una
mobilitazione generale nel capoluogo Alessandria – commenta il Sindaco di Castelletto Monferrato
Gianluca Colletti.
Le Amministrazioni pubbliche coinvolte insieme ai Comitati hanno definito le modalità per una
campagna informativa capillare su tutto il territorio in grado di informare la popolazione su questo
annoso problema.
Oltre ai banchetti informativi nei Comuni, saranno organizzati diversi incontri pubblici locali al
fine di dettagliare al meglio la questione deposito nazionale con la popolazione, per poi arrivare
alla manifestazione pubblica nel capoluogo Alessandria che dovrà coinvolgere tutta la
cittadinanza della provincia, associazioni di categoria, comitati, istituti scolastici e chiunque abbia
intenzione di ribadire il proprio NO a questa scellerata proposta di installazione del Deposito
Nazionale in Piemonte.
Seguirà nella sede della Provincia di Alessandria una conferenza stampa per la presentazione delle
date di tutte le iniziative, ed in particolar maniera della mobilitazione di massa prevista nel mese
di aprile.

Pubblicità
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Condividi con

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri Whatsapp
1
Chat con IlGiornalediValenza
Benvenuto. Inizia la chat con IlGiornalediValenza